Borsite: Pomate e Integratori Consigliati

Fra i processi infiammatori che colpiscono le articolazioni c’è la borsite, che si manifesta generalmente in corrispondenza di gomiti, ginocchia, anche o spalle ovvero in quelle articolazioni che sono sottoposte più spesso a sollecitazioni. La borsite è una situazione transitoria, che solitamente passa nel giro di un paio di settimane, a condizione che vengano seguite alcune importanti indicazioni.

In presenza di questo tipo di infiammazione, però, è fondamentale non sottovalutare i sintomi e provvedere subito ad effettuare tutte le cure per evitare che essa possa degenerare. Ecco, allora, un approfondimento sulla borsite, sui rimedi naturali e sugli eventuali esercizi da eseguire per prevenirla.

Borsite: Pomate e Integratori Consigliati

Borsite: Pomate e Integratori Consigliati

Significato: cos’è la borsite?

La borsa di un’articolazione è un sacco che contiene liquido sinoviale ed è posto in corrispondenza di punti di contatto fra tendini ed ossa per attutire eventuali frizioni ed attriti. Grazie ad essa è possibile fare i normali movimenti senza sentire dolore oppure evitando che i tessuti possano rovinarsi per l’usura.

Nel corpo umano si trovano decine di borse per cui è facile che in alcune occasioni esse possano andar incontro a delle infiammazioni. Ciò avviene quando si verificano particolari stress o impatti ripetuti. A seconda della causa che le ha generate, le borsiti si possono dividere in emorragiche ed infiammatorie. Le prime sono legate a traumi, dopo incidenti o cadute, mentre le altre possono essere settiche, chimiche o fisiche. Sebbene ogni articolazione possa essere soggetta a borsiti, esse sono più frequenti al gomito, al ginocchio ed alla spalla.

 

Rimedi naturali:

 

Altre tipologie di borsite?

 

Cause della borsite

Non sempre è facile risalire a ciò che ha provocato una borsite in quanto spesso concorrono più cause. Quando è di origine infettiva in genere è dovuta a streptococchi o stafilococchi, poi ci sono quelle legate a traumi o a lavori ripetitivi e le borsiti che si sviluppano per altre patologie come gotta o artrite reumatoide.

A seguito di un violento shock, può determinarsi un versamento di sangue direttamente nella borsa o nelle sue vicinanze; molti sport comportano questo tipo di borsite, soprattutto quelli da contatto, ma una borsite emorragica al gomito può svilupparsi anche in quei soggetti che rimangono molto tempo con le braccia appoggiate ad una scrivania.

Le borsiti da infiammazione, invece, sono direttamente collegate a movimenti ripetuti nel tempo; l’articolazione interessata è sottoposta a continuo sfregamento e ciò determina una progressiva infiammazione che inizia con sintomi lievi e peggiora, poi, nel tempo se non viene adeguatamente trattata. Infatti, può aumentare sensibilmente il liquido presente nella borsa, causando un gonfiore ed un arrossamento della parte interessata oltre, naturalmente, ad un aumento dei dolore.

In alcuni casi può accadere che batteri possano entrare in contatto con la borsa di siero ed in questo caso potrebbe svilupparsi una borsite settica che deve essere curata con appositi antibiotici.

Borsiti alla spalla sono comuni in chi è solito alzare pesi, al gomito si verificano negli sportivi che giocano a tennis o nelle persone che fanno lavori pesanti con le braccia, al ginocchio non è raro che siano legate ad attività che vengono fatte in particolari posizioni, come accade ad un posatore. Borsiti ad anche e caviglie, invece, sono spesso dovute a scarpe non adatte ed a lunghe camminate fatte senza preparazione.

Spesso, però, questa patologia è legata ad altre condizioni del paziente come:

-abbassamento delle difese immunitarie per tumori, malattie infettive, tossicodipendenza o AIDS,

-accumulo di sali nel liquido della borsa,

-obesità

-infezioni da agenti patogeni penetrati attraverso ferite

Sintomi

La gravità dei sintomi varia in base alle condizioni generali del paziente, alla posizione della borsa ed all’entità del processo infiammatorio. Le borsiti iniziano con sintomi lievi che vanno aumentando nel tempo fino a limitare la normale vita quotidiana. Dapprima si avverte dolore in corrispondenza della parte interessata, poi iniziano il gonfiore ed in alcuni casi l’arrossamento. Facendo una palpazione ed una pressione il dolore aumenta e nei casi più gravi è possibile avvertire anche del calore.

Naturalmente questi sintomi portano ad una progressiva perdita della mobilità dell’arto; se la borsite colpisce il ginocchio o la caviglia potrebbe essere difficile rimanere in piedi a causa del dolore mentre quella all’anca implica una difficoltà nel mettersi stesi. Questo tipo di borsite, detta troncaterite, si avverte nella parte laterale e si irradia alla coscia, arrivando spesso al ginocchio ed il dolore è intenso quando ci si alza da una sedia o da una poltrona, mentre camminando tende a diminuire. Essa spesso si associa all’artrosi ed alle protesi all’anca.

Altri sintomi possibili legati alle borsiti sono degli edemi localizzati, movimenti limitati, debolezza, nausea ed aumento delle dimensioni dei linfonodi locali.
In caso di borsiti settiche, poi, a questi sintomi si aggiungono anche febbre alta (oltre i 38°) ed infezione delle parti profonde della pelle.

Non appena si avvertono questi sintomi è bene rivolgersi al medico per intervenire in modo tempestivo ed evitare che la situazione possa peggiorare. Lo specialista, in genere, può fare una diagnosi già durante la visita anche se successivamente potrebbero essere necessari esami strumentali per approfondire la diagnosi.

Radiografie, risonanza magnetica ed ecografia, infatti, sono in grado di evidenziare eventuali calcificazioni e la dimensione della borsa così da effettuare una cura mirata in base all’entità del problema. In alcuni casi può essere richiesto anche il prelievo di un campione di sangue e di liquido sinoviale per verificare la presenza di infezioni e procedere con antibiotici adatti.

Cosa succede se la borsite viene trascurata?

Le borsiti, in genere, possono risolversi in modo favorevole in poco tempo. Tuttavia affinché ciò avvenga è fondamentale non trascurare i campanelli di allarme e rivolgersi subito ad uno specialista che potrà indicare le terapie più adeguate. Infatti, qualora una borsite venga sottovalutata potrebbero insorgere gravi complicazioni e tale condizione potrebbe diventare cronica e non più risolvibile in breve.

In caso di borsiti settiche ed in presenza di un sistema immunitario indebolito, si potrebbe andare incontro a sepsi, con il contenuto infetto del liquido che attraverso il sangue si diffonde nell’organismo dando luogo a reazioni anche gravi.

In altre situazioni si potrebbe verificare la morte del tessuto che forma la parte esterna della borsa ed in questo caso si renderebbe necessaria un’asportazione chirurgica. Altre complicazioni di una borsite trascurata possono essere un’artrite infetta che va ad interessare anche i tessuti vicini e, nel caso delle ginocchia, i menischi ed un’osteomielite a carico di femore, tibia o fibula.

Appare evidente, quindi, che non appena si sospetti una infiammazione a carico di una borsa è opportuno non sottovalutare la situazione e rivolgersi ad un medico.

Migliori Pomate

Artrolux Crema

È un prodotto ad uso topico che combatte in modo efficacie le infiammazioni ed i dolori provocati da borsite, artrite, artrosi, dolori articolari, mal di schiena e torcicollo. Esso agisce anche in modo da ridurre il dolore, facendo ritrovare in breve tempo la mobilità dell’arto. Artrolux crema è usata anche dagli sportivi per alleviare tutti i disturbi legati ad un’intensa attività oppure a specifici eventi come strappi o contratture.

La sua formulazione è stata messa a punto da un team di esperti che ha selezionato dei componenti particolarmente efficaci contro dolori, infiammazioni e gonfiori e li ha uniti per realizzare un prodotto molto valido e privo di effetti collaterali, quindi adatto a tutti, sia giovani che anziani.

Artrolux Crema, infatti, non contiene sostanze chimiche, ma basa i suoi effetti benefici su un’elevata concentrazione di principi attivi derivanti da piante e da sostanze del tutto naturali. Gli elementi in essa contenuti sono nello specifico 6, e tutti sono ben noti per le loro proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e curative. Essi sono:

Artiglio del diavolo: fra i più noti antinfiammatori ed antidolorifici naturali; viene consigliato come rimedio immediato contro i dolori articolari e muscolari ed è caratterizzato da una profumazione intensa che agisce anche a livelli psichico

Estratto di semi di ippocastano: nutre i tessuti e rallenta il processo di degenerazione responsabile delle più comuni patologie articolari.

Boswelia: è una pianta tropicale la cui funzione è quella di agire sull’artrite e l’artrosi, facendo ritrovare in breve tempo la funzionalità dell’articolazione.

Glucosamina: previene l’invecchiamento e la degenerazione delle cartilagini, principali responsabili dei dolori e delle infiammazioni.

Controitina: fornisce elasticità alle cartilagini e dona sollievo ai dolori articolari, attenuando anche i gonfiori.

Collagene marino: riesce a stimolare la rigenerazione cellulare in modo rapido ed efficacie, ripara i tessuti danneggiati ed apporta sostanze fondamentali per mantenere in salute le articolazioni.

La formulazione naturale di Artrolux Crema la rende adatta a tutti e non presenta effetti collaterali né particolari controindicazioni, anche se va sempre fatta attenzione ad eventuali allergie personali nei confronti di qualche componente della crema.

Questo prodotto va applicato sulla parte dolorante con un leggero massaggio e seguendo le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo. Artrolux Crema può essere acquistato direttamente sul sito ufficiale.

 

Artrolux Crema

Arthromed

Dolori articolari, borsiti, mal di schiena ed altri fastidi muscolari possono trovare una soluzione rapida grazie all’uso di Arthromed, una crema di nuova concezione che deve essere applicata sulla zona interessata e massaggiata per farla penetrare in modo che possa agire subito sull’infiammazione e sulla riduzione del dolore.

La composizione di Arthromed è tutta naturale ed è stata realizzare proprio per dare un rapido sollievo, facendo ritrovare la capacità di movimento che spesso viene limitato a causa delle borsiti. Essa agisce sia a breve termine, riducendo i fastidi, sia nel tempo favorendo la rigenerazione dei tessuti delle articolazioni e contribuendo al benessere generale.

Canfora, estratto di cannella ed estratto di semi di girasole sono i principi attivi presenti nella crema, ognuno dei quali ha delle funzioni specifiche svolgendo una potente azione antinfiammatoria, attenuando il gonfiore, idratando e riparando i tessuti, alleviando il dolore e favorendo la mobilità delle articolazioni.

Arthromed Crema è utilizzabile da tutti, senza alcuna preclusione, applicandolo due o tre volte al giorno e seguendo le indicazioni riportate sulla confezione. Si tratta di un prodotto sicuro e testato nei confronti delle allergie e non presenta alcun effetto collaterale. Per ogni dubbio, comunque, è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico.

Arthromed è venduto sul sito del ufficiale, dove vengono fornite ulteriori informazioni.

Flexomed Gel

Le borsiti sono fastidiose e causano una limitazione dei movimenti; per trovare un rapido sollievo è possibile usare Flexomed Gel, un prodotto appositamente sviluppato per guarire e prevenire i dolori articolari, sopratutto in caso di lavori ripetitivi o allenamenti sportivi che potrebbero causare infiammazioni.

In associazione con esercizi mirati, Flexomed Gel può apportare degli effettivi benefici, contrastando le infiammazioni ed i dolori correlati, riducendo il gonfiore ed aiutando a prevenire ulteriori degenerazioni dei tessuti.

La composizione di questo gel permette di veicolare i principi attivi naturali, facendoli arrivare dove è necessario e rendendoli biodisponibili immediatamente; l’effetto è immediato e Flexomed agisce già dopo mezz’ora.

Gli elementi presenti in questo gel sono menta piperita, canfora, estratto di ippocastano, vitamine del gruppo B (B1 – B5) e vitamina C. Ognuno di esso svolge un importante ruolo, rafforzando le pareti venose, rigenerando i tessuti, agendo contro l’infiammazione ed il dolore ed apportando molteplici benefici alle articolazioni in genere.

Flexomed Gel va applicato localmente e lasciato per almeno 5 ore; ancora meglio se viene usato prima di andare a dormire, così che possa agire durante la notte, quando si riposa. Gli effetti non tarderanno ad arrivare. Può essere acquistato direttamente sul sito ufficiale.

Migliori integratori

Artrolux Compresse

Artrolux Compresse è un integratore naturale che permette una rigenerazione progressiva del tessuto cartilagineo, oltre a rafforzare le articolazioni ed a stimolare la produzione del collagene, con un notevole recupero delle mobilità ed un’azione antidolorifica rapida.

Gli ingredienti sono naturali al 100% per cui Artrolux Compresse può essere usato da tutti, senza effetti collaterali. La sua azione si esplica attraverso una formula innovativa che comprende la polvere di perle che rappresenta una fonte incredibile di potassio, utilizzabile subito dall’organismo per ristabilire la funzionalità delle articolazioni.

Ad essa si uniscono l’estratto di broswellia, la glucosamina e la condroitina, che insieme, sono in grado di svolgere una funzione molto efficacie nel combattere i dolori e le infiammazioni causate dalla borsite e da altre patologie a carico delle articolazioni. Artrolux Compresse è adatto anche come prevenzione, soprattutto nei soggetti over 50 ed in quelli a rischio, che svolgono attività in grado di danneggiare le articolazioni.

Questo integratore deve essere assunto 3 volte al giorno, seguendo le indicazioni riportate sulla confezione, per un periodo di tempo prolungato ed in modo costante, così che i suoi benefici possano essere rapidi e duraturi. Artrolux Compresse si vende online, direttamente sul sito ufficiale e può essere ordinato mediante apposito modulo.

 

Artroser

Artroser è un integratore in grado di apportare sollievo in caso di infiammazioni da borsite o da altre patologie a carico delle articolazioni. Esso riduce sensibilmente i sintomi così da garantire la completa funzionalità degli arti e la ripresa delle più comuni attività, spesso rese difficili proprio a causa di un intenso dolore.

La borsite può presentarsi a qualunque età, soprattutto se si praticano particolari attività sportive oppure se si svolge un lavoro ripetitivo con attrezzi pesanti; in questi casi sarebbe opportuno prevenire l’insorgenza di eventuali infiammazioni, assumendo appositi integratori come Artroser.

La sua composizione è 100% naturale e si basa sugli effetti benefici della vitamina C, dell’acido ialuronico e della glucosamina che sono in grado si svolgere azioni antinfiammatorie ed antidolorifiche oltre a favorire la rigenerazione dei tessuti cartilaginei ed a rallentarne il naturale deterioramento.

Non presenta particolari effetti collaterali o interazioni con cure farmacologiche anche se è sempre opportuno chiedere il parere del proprio medico e fare attenzione alla presenza di alcuni sostanze che potrebbero avere effetti allergici individuali.

Artroser può essere acquistato sul sito del produttore, che consiglia l’assunzione di una compressa al giorno per notare dei miglioramenti già a partire dalla seconda settimana.

Rimedi naturali

Esistono alcuni rimedi naturali e piuttosto semplici in grado di ridurre i fastidi ed i dolori provocati dalla borsite. Il più semplice, ed anche quello consigliato dagli specialisti come soluzione immediata prima di ricorrere ai farmaci, è l’applicazione di ghiaccio sulla parte dolente. Ciò serve a ridurre l’infiammazione ed il gonfiore ed in alcuni casi può aiutare molto guarigione.

L’aceto di mele è fra i classici rimedi della nonna contro la borsite. La sua composizione, molto ricca di sali minerali, aiuta a ridurre i processi infiammatori delle articolazioni, semplicemente applicando una garza imbevuta di aceto di mele e miele sulla parte dolorante e lasciandola per circa 20 minuti. Questi impacchi possono essere ripetuti più volte durante la giornata.

Come spesso accade per molti disturbi, gli oli essenziali rappresentano un valido aiuto anche nel caso della borsite. In particolare ce ne sono tre in grado di trattare i sintomi più comuni. Si tratta dell’olio di menta, dell’olio di noce moscata e dell’olio di cocco; tutti e tre sono in grado di ridurre il dolore e l’infiammazione dando sollievo immediato e prolungato nel tempo. Essi vanno massaggiati con cura fino ad assorbimento più volte al giorno.

Infine c’è la panacea per tutti i mali e che va bene, naturalmente, anche per le borsiti: lo zenzero. Le sue tante proprietà sono ormai note a tutti ed anche in questo caso esso può favorire ed accelerare la guarigione. Sarà sufficiente grattugiare un poco di zenzero fresco, avvolgerlo in una garza ed immergere il tutto in acqua calda per qualche minuto. La garza, poi, andrà posta sull’articolazione dolorante, lasciandola per circa 20-25 minuti.

Esercizi consigliati

In base a quanto descritto fin qui, appare chiaro che le borsiti si possono sviluppare a seguito di particolari situazioni per cui non è difficile mettere in pratica alcune attenzioni per prevenirle, soprattutto qualora si svolgano dei lavori particolari o si facciano sport che implicano l’uso di un arto in particolare. In questi casi è sempre opportuno provvedere a proteggere le articolazioni con apposte ginocchiere, acquistare scarpe sportive nei negozi specializzati e farlo sempre scegliendo il modello e la misura adatta al proprio piede e rivolgersi agli specialisti in grado di fornire consigli sull’anatomia del piede.

In caso di lavori pesanti e ripetitivi che prevedono anche l’uso di attrezzi è bene programmare delle pause ed in caso di allenamenti sportivi è opportuno intervallare degli esercizi che implicano l’uso di muscoli ed articolazioni diverse. Sempre in questi casi è necessario fare attività di riscaldamento e rilassamento per evitare di sottoporre muscoli ed arti a sforzi improvvisi ed eccessivi.

In ogni caso potrebbe essere utile a tutti eseguire delle valutazioni della postura per prevenire eventuali infiammazioni dovute a movimenti non corretti.

Si possono anche eseguire alcuni semplici esercizi che possono aiutare a risolvere una borsite oppure che ne prevengono l’insorgenza. Essi, naturalmente, vanno ad interessare varie articolazioni.

Esercizi per la borsite dell’anca o trocanterica

Vanno rafforzati soprattutto i muscoli abduttori ed i rotatori esterni che in genere lavorano meno degli altri e possono generare dolori e posture errate.

Esercizio 1: stesi a terra con la pancia in giù, le gambe sono piegate e leggermente divaricate. Da questa posizione si uniscono i piedi e si applica una leggera spinta l’uno verso l’altro. In pratica non c’è un vero movimento ma si verifica solo una contrazione muscolare. Si rimane così per alcuni secondi, poi ci si riposa e si ripete.

Esercizio 2: ci si sdraia sul lato sano, si mette un elastico nella parte esterna delle ginocchia e mantenendo i piedi uniti si solleva la coscia superiore. Si torna alla posizione iniziale e si ripete per 15 volte.

Esercizio 3: sdraiati sulla pancia, si piega il ginocchio della gamba dolente e, facendo una rotazione dell’anca, si porta il piede sopra il ginocchio opposto. Arrivati al limite, si torna in posizione inziale e si ripete per 15 volte.

Esercizi per la borsite al ginocchio:

Esercizio 1: può essere utile rafforzare il quadricipite. Per farlo ci si stende a terra poggiandosi sui gomiti, una gamba è piegata l’altra è stesa. Con il piede a martello, si solleva quella stessa, mantenendola dritta e la si porta all’altezza del ginocchio piegato. Si eseguono 15 ripetizioni e si cambia gamba.

Esercizio 2: seduti a terra, busto eretto e gambe stese in avanti. Si usa un asciugamano ripiegato facendolo passare sotto le piante dei piedi. Tirando, si esercita una leggera pressione in modo da tirare le punte verso il corpo. Quando si sentono tirare i muscoli si rimane in questa posizione per alcuni secondi, poi si rilascia e si ripete.

Esercizi per la borsite al gomito

Esercizio 1: si piega un asciugamano ed afferrandolo con entrambe le mani, si ruota da una parte e dall’altra come si volesse strizzare. Si ripete per 10-15 volte.

Esercizio 2: Si usa una pallina morbida o un antistress; con il braccio steso in avanti, lo si stringe nella mano e si mantiene il pugno chiuso almeno per 5 secondi. Si rilascia e si ripete.

Esercizi per la borsite alla spalla

Esercizio 1: si rafforzano i muscoli rotatori anche in caso di dolori acuti e si usa un elastico a bassa resistenza. Seduti a terra, il braccio si tiene contro il fianco con il gomito a 90° e si afferra l’elastico con la mano, tendendolo ben fermo. Con l’altra mano si tira con lenti movimenti di apertura e chiusura.

Esercizio 2: si usa una palla morbida di spugna. In piedi, con un fianco verso un muro, si posiziona la palla al muro e con il busto dritto si mette il braccio a 90° e si cerca di schiacciare la palla. In questo caso è possibile applicare un po’ più di forza.