Come Curare l’Artrosi

L’artrosi (o osteoartrosi) è un’affezione cronica a carico delle articolazioni caratterizzata dalla comparsa di lesioni degenerative sulle cartilagini articolari. Le cause allo stato attuale sono sconosciute, ma vi sono fattori di rischio non trascurabili quali età, peso, pregressi traumi, mansioni lavorative, malformazioni e fattori genetici.

Questa breve guida vuole condurre il lettore alla scoperta della malattia soffermandosi, in modo particolare, sulle diverse tipologie di cura (tradizionali e alternative).

Come Curare l'Artrosi

Come Curare l’Artrosi

Che cos’è l’artrosi?

L’artrosi è una malattia cronica degenerativa che colpisce le articolazioni; interessa principalmente rachide, arti, ginocchia e anche e si contraddistingue per la progressiva perdita delle cartilagini articolari che vengono sostituite da tessuto osseo provocando dolore e inficiando il movimento. Affligge circa 4 milioni di persone in Italia e vanta una maggiore incidenza tra gli anziani.

La malattia viene diagnosticata raccogliendo l’anamnesi del paziente e sottoponendo lo stesso ad accurato accertamento radiologico.

La diagnostica per immagini permette, difatti, di evidenziare deformazioni delle articolazioni con conseguente riduzione della rima articolare (spazio compreso tra le due estremità dell’articolazione stessa), osteofiti e cisti ossee. Le lesioni ossee sono irreversibili, mentre il dolore può essere intermittente (fasi di benessere alternate a momenti di riacutizzazione) e accompagnato dalla comparsa di deformità.

Come si cura l’artrosi?

L’artrosi è una patologia cronica degenerativa dal decorso lento e dal profilo altamente invalidante. Imparare a convivere con la malattia è, dunque, fondamentale e per prima cosa è necessario trattare (per quanto possibile) alcuni fattori di rischio quali obesità, varismo, valgismo, scoliosi e lussazione dell’anca.

Le persone affette dalla malattia devono, inoltre, mantenere uno stile di vita dinamico allenandosi in modo costante al fine di rinforzare la muscolatura e recuperare la motilità articolare. Lo yoga è un’ottima alternativa allo sport tradizionale perché permette, come rivelano autorevoli studi, di recuperare flessibilità, tono muscolare e mobilità; i primi benefici arrivano dopo circa due mesi di pratica e sono percepibili per poco meno di un anno.

Prima di iniziare a praticare tale disciplina, è bene contattare il proprio ortopedico di fiducia al fine di valutare lo stato delle articolazioni che non devono mai essere sottoposte a sforzi eccessivi.

L’artrosi si contraddistingue, inoltre, per dolorose fasi acute da affrontare con applicazioni di calore (questa terapia vanta ottimi risultati anche in presenza di spasmi muscolari) e supporto farmacologico.

I prodotti d’elezione sono i FANS (antinfiammatori non steroidei) perché riducono la sintomatologia dolorosa e migliorano la mobilità dell’articolazione. Le terapie devono, però, essere seguite sotto stretto controllo medico e per il più breve tempo possibile perché non esenti da possibili effetti collaterali anche gravi.

Quali sono le cure naturali per l’artrosi?

L’artrosi può essere affrontata con l’ausilio di innumerevoli rimedi naturali; vediamo, dunque, in breve quali prodotti utilizzare.

Artiglio del diavolo: esercita un’importante azione antinfiammatoria e viene utilizzato in presenza di artrosi, artrite, mal di schiena, cervicale e sciatica.

Bestseller No. 1
Erboristeria Magentina Pomata Artiglio del Diavolo, 100 ml
  • Pomata artiglio del diavolo
  • 100 millilitri
  • 100 Millilitri

Glucosamina: questo composto è naturalmente presente nell’organismo, ma eventuali carenze possono favorire la distruzione delle cartilagini delle articolazioni di mani, ginocchia e piedi. L’assunzione di integratori a base di glucosamina è, quindi, fortemente suggerita dagli addetti ai lavori per controllare la sintomatologia dolorosa.

Bestseller No. 1
Smcosmetica crema-gel Artrosis con Glucosamina, acido ialuronico e olio di canapa, 75 ml
  • Crema-gel realizzata presso i nostri laboratori in Italia, coadiuvante per artrosi e dolori a tutte le articolazioni (ginocchia, gomiti, etc…).
  • Il solfato di glucosammina è un costituente del tessuto cartilagineo, è un anti-infiammatorio e agevola la normale funzione della cartilagine.
  • L'acido ialuronico rende le articolazioni maggiormente flessibili e mobili, grazie alla sua azione lubrificante e anti-infiammatoria.

Acido ialuronico: sostanza in grado di trattenere l’acqua nei tessuti esercitando così un’azione benefica su pelle e articolazioni. È privo di effetti collaterali e vanta un discreto potere antinfiammatorio.

Bestseller No. 1
Glucosamina con Condroitina, MSM e Collagene | Mantenimento delle Ossa Normali con Glucosamina, Condroitina, MSM, Collagene, Acido Ialuronico, Boswellia, Selenio, Zinco | 120 Compresse Nutralie
  • GLUCOSAMINA E CONDROITINA 1500 MG CON MSM E COLLAGENO. La glucosamina e la condroitina fanno parte della cartilagine normale e svolgono un ruolo importante nella sua formazione e riparazione. L'integratore Nutralie in 120 compresse contiene alto dosaggio di 1000 mg di glucosamina e 500 mg di condroitina in forma di solfato in ogni dose. Per rafforzare la sua azione, 450 mg di metilsulfonilmetano (MSM) e 80 mg di collagene idrolizzato vengono aggiunti alla formula ogni due compresse prese.
  • MANTENIMENTO DI OSSA NORMALI. Secondo il regolamento della Commissione Europea, lo zinco contribuisce al mantenimento di ossa nor­mali.
  • FORMULA INTEGRATA CON ACIDO IALURONICO, BOSWELLIA, SELENIO E ZINCO Oltre alla glucosamina, condroitina, MSM e collagene, la combinazione di ingredienti dell'integratore comprende anche i benefici dell'acido ialuronico; estratto dalla pianta esotica Boswelia Serrata; selenio e zinco. Questo complesso di ingredienti aumenta i benefici dell'integratore di Glucosamina di Nutralie, rendendolo uno dei più potenti sul mercato.

Collagene: si tratta della principale componente proteica del tessuto connettivo, ma la sua concentrazione nel corpo è destinata a diminuire con il passare del tempo. L’assunzione di integratori dedicati favorisce la riparazione di epidermide, tendini, cartilagini e organi vitali rafforzando contemporaneamente il sistema muscolare e osteoarticolare. La terapia sembra, inoltre, dare buoni risultati nelle fasi più dolorose.

Bestseller No. 1
DAONLY collagene Naturale antinfiammatorio per Cani e Gatti | 180 compresse | Integratori per articolazioni e condroprotettori (Compresse, 180)
  • PRODOTTO NATURALE PER IL TUO ANIMALE: Il collagene è la proteina più abbondante nel regno animale e svolge un ruolo chiave nella struttura del corpo, in quanto è il componente fondamentale di tessuto connettivo, ossa, tendini, cartilagine e pelle.
  • SALUTE OSTEO-ARTICOLARE PER IL TUO ANIMALE: Il collagene articolare DAONLY apporterà al sistema osteo-articolare del tuo cane e gatto la resistenza ed elasticità necessarie per sopportare gli stiramenti, ridurre l'attrito e assorbire l'impatto. Integratori per cani, compatibile con alimentazione gatto e alimentazione del cane.
  • RESULTATI GARANTITI A BREVE TERMINE: A differenza di altri integratori a base di glucosamina condroitina, il collagene naturale articolare DAONLY non solo agisce come lubrificante nelle articolazioni del tuo cane e gatto, ma contribuisce alla rigenerazione globale delle articolazioni in tutti i livelli (cartilagine, muscoli, tendini, legamenti e liquido sinoviale). Risultati visibili dalla seconda settimana.

Integratore Naturale e Pomata consigliati dalla redazione

Per ottenere un’efficacia maggiore, si consiglia l’utilizzo di entrambe i prodotti:

Artrolux Integratore

  • Con polvere di perla

  • Rigenera articolazioni 

  • Rigenera tessuti 

  • Allevia dolori articolari

  • OK per artirte

  • OK per artrosi

  • OK per osteocondrite

  • Ingredienti naturali

  • Approvato dal Ministero della Salute

Artrolux Pomata

  • Allevia dolore

  • Effetto rapido

  • Rimuove gonfiore

  • Antisettico

  • Rinnova le fibre muscolari

🔥 NOVITA' 🔥

CannabisVital Oil

  • Olio di Cannabis Alta Concentrazione

  • Allevia istantaneamente il dolore

  • Elimina processi infiammatori

  • Ristabilisce mobilità alle articolazioni

Che cosa si deve mangiare in caso di artrosi?

La prevenzione e la cura dell’artrosi iniziano dalla tavola ed è per questo motivo che molti specialisti suggeriscono di seguire una dieta quasi vegetariana. Via libera, dunque, ai seguenti alimenti.

Crucifere: cavolo, broccolo e cavolfiore sono ricchi di sulforafano, sostanza in grado di rallentare il decorso della malattia ostacolando l’azione degli enzimi responsabili della distruzione delle articolazioni.

Ortaggi a foglia verde: spinaci, bietole e insalata sono ricchi di Omega 3 e riducono l’infiammazione a carico delle articolazioni.

Frutti rossi: lamponi, fragole, mirtilli e more vantano un alto tenore di antiossidanti e combattono lo stress ossidativo correlato alle affezioni reumatiche.

Ananas: il suo contenuto in bromelina è essenziale per ridurre l’infiammazione.

Pesce: i prodotti ittici a elevato contenuto di Omega 3 costituiscono un vero e proprio antinfiammatorio naturale.

Frutta secca e semi vari: noci, mandorle, nocciole e semi di lino sono un’altra importante fonte di acidi grassi Omega 3.

Cereali integrali: i cereali non raffinati forniscono all’organismo i sali minerali necessari a ridurre l’infiammazione.

Olio extravergine di oliva: il suo uso (a crudo) fissa le vitamine, contrasta l’azione nociva dei radicali liberi e riduce gli stati infiammatori a carico delle articolazioni.

Tè verde: questa bevanda possiede diversi principi attivi fondamentali per ridurre l’infiammazione, rallentare il danno alle ossa e contrastare l’erosione delle stesse.

Curcuma: pianta dalle innumerevoli proprietà benefiche da utilizzarsi, in caso di artrosi, per il suo potere antiossidante e antinfiammatorio.

Alghe: vantano un alto tenore di vitamine, sali minerali e antiossidanti e vengono assunte per controllare la sintomatologia dolorosa associata all’artrosi e favorire il movimento.

Legumi: sono una fonte sana di proteine dal potere non acidificante e la loro assunzione allontana il rischio d’insorgenza dell’infiammazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *