Artrite alla caviglia: esercizi e rimedi

Artrite alla caviglia: di cosa si tratta

Artrite alla caviglia

Artrite alla caviglia

L’artrite costituisce senz’altro una malattia piuttosto invalidante oggigiorno per tantissime persone dal momento che colpisce diverse articolazioni e in particolar modo si manifesta nella zona dei piedi, delle caviglie, delle mani e dei polsi.

Si tratta di un malattia cronica infiammatoria che non è difficile da individuare poiché i sintomi sono piuttosto comuni: generalmente infatti chi soffre di artrite è portato ad avvertire dolore molto forte nell’area colpita, arrossamento e difficoltà di movimento dell’arto.

In alcuni casi inoltre può verificarsi anche la perdita della funzionalità di quella parte del corpo. Per quanto riguarda le cause invece, l’artrite può derivare da diversi fattori che possono essere ad esempio la genetica, l’abuso di alcol e fumo, l’obesità, una scarsa igiene orale, una vita frenetica e stressante oppure una cattiva alimentazione.

L’artrite può colpire indipendentemente sia gli uomini che le donne ma è stato dimostrato che queste ultime sono i soggetti più a rischio. Inoltre l’artrite può presentarsi generalmente in età adulta (di solito tra i quaranta e i sessant’anni) ma non è escluso che possano verificarsi episodi in cui può comparire anche precocemente.

Inoltre è bene ricordare che ci sono diversi tipi di artrite e spesso non è facile individuarla: una delle forme più comuni è l’artrite reumatoide che oltre alle articolazioni può coinvolgere anche il cuore, gli occhi o altri organi. C’è poi l’artrite reumatoide giovanile che non è molto diffusa e si manifesta nei bambini.

Quest’ultima presenta gli stessi sintomi che si verificano in età adulta e deve essere curata allo stesso modo. Un tipo di artrite metabolica che può colpire chi fa un abuso di alcol e droghe è l’artrite gottosa, chiamate anche gotta.

Essa nasce da un accumulo di cristalli di acido urico e i suoi sintomi sono dolori improvvisi e molto forti soprattutto durante la notte. Di solito questo tipo di patologia interessa gli uomini in età adulta ma non è escluso che possa avvenire anche nelle donne in seguito alla menopausa.

Ci sono poi delle forme più rare di artrite che possono nascere da altre patologie oppure che si verificano in seguito infiammazioni, sforzi eccessivi e tendiniti. Qualsiasi sia la causa dell’artrite comunque è necessario farsi visitare da un medico il prima possibile in modo tale da trovare la soluzione più adatta e prevenire il problema. Sebbene infatti l’artrite non preveda ancora una cura precisa e definitiva, ci sono moltissimi modi che possono essere utili per diminuirla e migliorare le proprie condizioni di vita.

Quali sono i migliori rimedi per combattere l’artrite alla caviglia

L’artrite può colpire diverse aree del corpo ma una delle più frequenti riguarda sicuramente la caviglia.

Questa zona infatti è spesso sottoposta a sforzi e per tale ragione può essere decisamente più esposta a dolori e arrossamenti. Oltre alle cure farmacologiche che devono essere prescritte da un medico è possibile adottare diversi rimedi che possono aiutare ad alleviare il dolore dell’artrite alla caviglia. Per prima cosa bisogna ricordare di seguire una corretta alimentazione, prediligendo alimenti sani ed equilibrati ed evitando cibi troppo ricchi di grassi e zuccheri.

Le persone in stato di obesità o comunque in sovrappeso infatti sono più esposte al dolore alla caviglia dal momento che il peso e lo sforzo eccessivo possono rendere i movimenti difficili da effettuare. Naturalmente è importante anche adottare uno stile di vita sano: pertanto è opportuno eliminare o ridurre il consumo di alcool e fumo che potrebbero peggiorare la situazione.

Non bisogna inoltre sottovalutare lo stress che può essere una delle cause principali dell’artrite alla caviglia. Pertanto è consigliabile evitare il più possibile ritmi frenetici e ritagliarsi un pò di tempo da dedicare a se stessi.

Ad esempio un valido aiuto possono essere le acque termali che hanno potenti benefici sia sul corpo che sulla mente: in questo modo non solo sarà possibile ridurre l’artrite ma si libereranno anche le endorfine che diminuiranno sensibilmente il dolore.

Integratori e pomate risultano molto utili invece per alleviare i dolori.

Per ottenere un’efficacia maggiore, si consiglia l’utilizzo di entrambe i prodotti:

Artrolux Integratore

  • Con polvere di perla

  • Rigenera articolazioni 

  • Rigenera tessuti 

  • Allevia dolori articolari

  • OK per artirte

  • OK per artrosi

  • OK per osteocondrite

  • Ingredienti naturali

  • Approvato dal Ministero della Salute

Artrolux Pomata

  • Allevia dolore

  • Effetto rapido

  • Rimuove gonfiore

  • Antisettico

  • Rinnova le fibre muscolari

🔥 NOVITA' 🔥

CannabisVital Oil

  • Olio di Cannabis Alta Concentrazione

  • Allevia istantaneamente il dolore

  • Elimina processi infiammatori

  • Ristabilisce mobilità alle articolazioni

Esercizi e rimedi naturali per contrastare l’artrite alla caviglia

Uno dei rimedi più efficaci per contrastare l’artrite alla caviglia è senz’altro l’esercizio fisico. Quest’ultimo deve essere fatto in modo prudente e consapevole in modo tale da non aggravare il problema alla caviglia. Ad esempio è opportuno evitare la corsa ma preferire una normale camminata a passo non troppo veloce.

Lo yoga invece è uno degli sport maggiormente consigliati per chi soffre di artrite: questo tipo di attività infatti migliora le articolazioni e contribuisce al benessere mentale e fisico. Ci sono poi anche degli esercizi specifici che possono essere d’aiuto per l’artrosi e che possono essere effettuati in qualsiasi luogo e ogni volta che si preferisce.

Tra questi uno dei più efficaci è senz’altro lo step laterale che deve essere fatto in piedi posizionandosi su un gradino e tenendo le mani bene appoggiate sui fianchi. A questo punto bisogna salire sullo step con uno dei piedi e tenere questa posizione per alcuni secondi, ritornando poi alla posizione iniziale e continuando con l’altra gamba.

Bestseller No. 1
HMS Twist Stepper movimento laterale con corde elastiche
  • Mini stepper twist allenamento completo con movimento laterale. Con display LCD che evidenzia: tempo di allenamento, calorie bruciate , numero totale di passi durante l'allenamento e il numero medio di passi al minuto.
  • Dimensioni: ca 40 x 39 x 20 cm
  • Difficoltà regolabile manualmente
Bestseller No. 2
Bestseller No. 3
Best Goods Up-Down Stepper Mini Fitness Machine with Home Fitness Training Swing Stepper (Black1)
  • Fitness per la casa: con il mini stepper 2 in 1 Best Goods allenate oltre ai muscoli di glutei e gambe grazie alla tensione nel corpo anche la parte superiore del corpo.
  • Display display: il display integrato mostra i passi, le calorie bruciate e il tempo. In questo modo è possibile monitorare in modo ottimale i progressi dell'allenamento.
  • Ottima lavorazione: il mini stepper Best Goods 2 in 1 è realizzato in acciaio e dispone di grandi pedane strutturate. Il fastidioso scivolamento o l'usura dei materiali appartengono al passato.

Chi ha la possibilità di poter usufruire dell’acqua del mare o di una piscina può fare degli affondi alternati in avanti, posizionando prima un piede e poi un altro e tenendo l’altra gamba all’indietro insieme alle braccia. Anche il semi squat su un piede può risultare molto utile per chi soffre di artrite alla caviglia.

OffertaBestseller No. 1
ISE Rack da Squat, Regolabile Porta Manubri da Squat Supporti di Squat con Barre di Supporto, Altezza regolabile 104 à 175 cm, Stabile e Robusto, Max 200KG, SY-RK1001
  • 【Multifunzione】la gabbia da squat ISE SY-RK1001 è ideale per l'allenamento con peso. Con essa, puoi fare diversi esercizi come il sollevamento pesi, gli squat e con l'aiuto di una panca da ginnastica, puoi ancora esercitare le spalle. Rispetto al rack integrato, questo tipo separato è più facile da riporre e consente di risparmiare spazio. Attenzione: Il supporto per manubri non è fornito i manubri.
  • 【Dettagli】 regolazione dell'altezza: regolazione in altezza totale su 16 livelli, regolazione in altezza del supporto di manubri a 6 livelli, 2 supporti individuali per diverse opzioni. (Riferimento: la quarta foto a sinistra di questa pagina): altezza totale: da 104 a 175 cm, larghezza: 56 cm, profondità: 51 cm. Capacità di carico massima totale: 200 kg.
  • 【Protezione integrale】Il design con l'asse centrale come pezzo principale, con il telaio in acciaio doppio triangolare, offre la protezione di equilibrio del triplo supporto. Inoltre, maggiore sicurezza e stabilità grazie al telaio in acciaio quadrato spesso e agli inserti in gomma antiscivolo, che possono evitare l'inclinazione in tutte le direzioni.
OffertaBestseller No. 2
homcom Macchina Squat Deep Sissy Squat Sit Up Push Up Regolabile Acciaio 50x97x45,5-57,5cm
  • ESERCIZIO MULTIUSO: 3 esercizi in 1 macchina compatta: Deep Sissy Squat, Sit-up, Push-up, perfetto per l'allenamento a casa. Pad regolabile su 7 livelli, zona caviglie regolabile su 4.
  • L'ESERCIZIO RENDE IL CORPO PERFETTO: Ideale per quadricipiti e glutei.
  • COSTRUZIONE ROBUSTA: Realizzata in telaio in acciaio per un uso duraturo. I poggiapiedi in gomma garantiscono la massima stabilità.
OffertaBestseller No. 3
Amonax Barbell Squat Pad Cuscino Bilanciere quat - Collo e Spalle Supporto Pad - Grande per Squat, Affondi, Spinte Dell'anca Allenamento/Esercizi/Allenamento Con i Pesi Fitness. (Nero)
  • Comfort - il cuscinetto per bilanciere extra spesso distribuisce il peso in modo uniforme e fornisce maggiore supporto per il collo e le spalle durante squat pesanti, calci all'anca, affondi e altri esercizi pesanti con bilanciere. Funziona come un'eccellente protezione del collo.
  • Durevole - La schiuma extra densa ha notevolmente aumentato la durata del nostro cuscinetto per il collo, rendendolo robusto ma leggero e confortevole per la pelle. Il nostro squat pad è ideale per la spinta dell'anca e lo squat.
  • Sicurezza - Le cinghie in velcro assicurano che il nostro pad squat si avvolga saldamente intorno alla barra in ogni momento. Più comfort per le spinte dell'anca e molto più sicuro con l'allenamento pesante.

Bisogna farlo restando in piedi con la gamba piegata e sollevando leggermente un piede. Bisognerà dunque scendere con il bacino lentamente cercando di mantenere l’equilibrio. Chi non riesce ad eseguire l’esercizio può anche utilizzare una sedia oppure una parete a cui appoggiarsi. È bene ricordare che tali esercizi devono essere eseguiti in modo costante e corretto affinché abbiano efficacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *